Pena morte: veto governatore Nebraska a legge per abolirla

di Redazione Blitz
Pubblicato il 27 Maggio 2015 1:27 | Ultimo aggiornamento: 27 Maggio 2015 1:27
Il governatore del Nebraska, Pete Ricketts

Il governatore del Nebraska Pete Ricketts

NEW YORK – Il governatore del Nebraska, Pete Ricketts, ha posto il veto ad una legge per l’abolizione della pena di morte approvata nelle scorse settimane dai legislatori del suo Stato, storicamente tra i più conservatori degli Usa. “E’ una questione di sicurezza pubblica”, ha affermato, precisando che attualmente, in Nebraska, “ci sono 10 condannati nel braccio della morte, non centinaia”.

I parlamentari che con un voto bipartisan – 32 a favore e 15 contrari – hanno scelto di mandare in pensione il boia non intendono però gettare la spugna. Servono 30 voti per scavalcare il veto del governatore, e i 32 “sì” già raccolti nell’Unicameral, come viene chiamato il Parlamento statale, se confermati, saranno sufficienti. Si potrebbe procedere già domani.

Il Nebraska ha condotto la sua ultima esecuzione nel 1997. Durante il dibattito sulla nuova legge, molti parlamentari hanno fatto osservare che lo Stato ha da tempo adottato una moratoria di fatto. La nuova legge prevede che la pena di morte venga sostituita con il carcere a vita, senza possibili sconti di pena. Molti repubblicani si sono convinti a votarla per ragioni morali, fiscali o religiose.