Pennsylvania: ragazzo condannato perché portava pantaloni “calati”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 11 Giugno 2014 19:07 | Ultimo aggiornamento: 11 Giugno 2014 19:07
Pennsylvania: ragazzo condannato perché portava pantaloni "calati"

Il cartello fuori l’ufficio del giudice

PENNSYLVANIA (USA) – Un ragazzo è stato condannato per essersi presentato in tribunale indossando dei pantaloni calati “fin quasi sotto le natiche”. Il 18enne, di nome Dennis, è stato condannato a pagare una multa di 50 dollari, secondo quanto riportato da Lehighvalleylive.

L’avvocato di Dennis ha detto che “intende impugnare la decisione, perché il suo cliente si oppone alla decisione, alludendo all’eccessivo disprezzo del giudice, che avrebbe oltrepassato i suoi limiti”.

“Sento che non sto facendo bene il mio lavoro se dico che sono solo 50 dollari e quindi dobbiamo lasciare andare la cosa così”, ha spiegato il legale, che ritiene la sentenza “un pessimo precedente”.

Il giudice che ha emesso la sentenza ha attaccato sulla porta del suo ufficio un cartello con scritto: “Tirare su i pantaloni”. Nell’immagine si vedono tre ragazzi con i pantaloni calati, sotto i quali compare una frase che ricorda a chi si presenta così in aula che non gli sarà concesso di essere assistito.