Pillole dimagranti, allarme in 190 Paesi: “Si comprano su internet e uccidono”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 6 Maggio 2015 19:20 | Ultimo aggiornamento: 6 Maggio 2015 19:20
Pillole dimagranti, allarme in 190 Paesi: "Si comprano su internet e uccidono"

Pillole dimagranti, allarme in 190 Paesi: “Si comprano su internet e uccidono”

ROMA – Il caso di Eloise Aimee Parry, la mamma inglese di 21 anni morta per aver preso delle pillole dimagranti comprate su internet che l’hanno letteralmente “bruciata” dall’interno, potrebbe essere solo il primo di una lunga serie. E’ allarme globale in 190 Paesi del mondo sul 2,4-dinitrofenolo, una sostanza venduta online come anoressizzante ma che può uccidere.

L’allarme è stato diramato con una ‘orange notice’ ,che indica una seria e imminente minaccia per la pubblica sicurezza, ed è stato lanciato proprio dopo la morte di Eloise Aimee Parry e dopo un caso analogo avvenuto in Francia, dove un ragazzo è rimasto gravemente malato dopo l’assunzione della sostanza.

L’Interpol ha collaborato con la Wada, l’Organizzazione mondiale antidoping, che ha analizzato nei propri laboratori un campione sequestrato in Australia. Anche se di solito venduto in polvere gialla o capsule il dinitrofenolo è disponibile anche sotto forma di crema.

Oltre ai pericoli intrinseci legati alla sostanza, i rischi associati con il suo uso sono amplificati dalle condizioni di produzione illegale, in laboratori clandestini senza norme igieniche e senza conoscenze specialistiche di produzione, che espongono i consumatori a un maggior rischio di sovradosaggio. Nel 1930il dinitrofenolo veniva utilizzato per aumentare il metabolismo e favorire la perdita di peso, ma venne tolto dalla circolazione a causa di diverse morti.