Somalia, liberata la petroliera russa sequestrata dai pirati. Un morto nel blitz

Pubblicato il 6 Maggio 2010 9:14 | Ultimo aggiornamento: 6 Maggio 2010 9:22

La petroliera russa sequestrata ieri nel golfo di Aden da pirati somali è stata liberata oggi, 6 maggio, grazie all’intervento di una nave da guerra russa.

L’equipaggio di 23 uomini è stato tratto in salvo, mentre 10 pirati sono stati catturati e uno ucciso nel blitz, secondo quanto rende noto l’agenzia russa Ria. La petroliera MV Università di Mosca, battente bandiera liberiana e in rotta verso la Cina, è stata liberata dalla nave da guerra Maresciallo Shaposhnikov.

La petroliera trasportava 86 mila tonnellate di greggio, per un valore complessivo di 52 milioni di dollari, appartenente alla compagnia cinese Unipec.