Poliziotto uccide la moglie e si ammazza, il tutto davanti ai quattro figli

di Redazione blitz
Pubblicato il 26 settembre 2018 7:15 | Ultimo aggiornamento: 26 settembre 2018 1:08
poliziotto moglie

Poliziotto uccide la moglie e si ammazza, il tutto davanti ai quattro figli

WASHINGTON – Un poliziotto della contea di Hillsborough, in Florida, ha ucciso sua moglie prima di ammazzarsi con la stessa pistola, secondo quanto riferito dallo sceriffo della contea di Pasco. Le riprese sono avvenute verso la mezzanotte del 24 settembre nel blocco 17000 di Terrazzo Way a Land O ‘Lakes.

Lo sceriffo ha detto che c’erano quattro bambini all’interno della casa quando si è verificato l’omicidio-suicidio, ma nessuno di loro è rimasto ferito: è stato il più grande, un 14enne, a chiamare il 911. Ha detto che i suoi tre fratellini erano al piano di sopra, ma non sembra che abbiano assistito alla sparatoria.

“Pregate solo per questi bambini”, ha detto lo sceriffo durante una conferenza stampa di lunedì mattina. “Ci sono quattro bambini che rischiano di vedere le proprie vite in frantumi e stanno cercando di capire cosa è successo. L’agente è stato identificato nel 39enne Kirk Keithley, mentre sua moglie è la trentasettenne Samantha Keithley.

L’ufficio dello sceriffo della contea di Hillsborough ha spiegato che Kirk Keithley ha collaborato con loro per 9 anni e tre mesi. In precedenza aveva lavorato con il dipartimento di polizia di St. Petersburg dal 2003 al 2009. “Non posso esprimere quanto sono scoraggiato. La violenza domestica non ha posto nella nostra società” ha detto lo sceriffo Chad Chronister. “Vorrei che tutti si unissero a me e al resto del nostro ufficio per pregare per quei bambini innocenti che sono rimasti indietro e ora si trovano costretti a raccogliere i pezzi. Questo è qualcosa che è impossibile comprendere anche per la persona più esperta” ha aggiunto.

Sebbene il motivo della sparatoria non è ancora chiaro, gli esperti di salute mentale hanno invitato “chiunque stia facendo pensieri insani” a mettersi in contatto con chi di dovere prima di agire. “Chiunque stia lottando con sentimenti di depressione, ansia, pensieri suicidi si può sentire molto isolato”, ha detto Clara Reynolds, CEO del Crisis Center di Tampa Bay, che raccoglie oltre 200 chiamate relative a tentati suicidi ogni settimana.

“Vorremmo raggiungere tutti quegli individui in questo momento e dire loro che non devono affrontare questa crisi da soli. Siamo disponibili presso il Crisis Center di Tampa Bay – 24 ore al giorno, sette giorni su sette – chiamando il 211”.