Pony, l’orango usata come prostituta nei bordelli indonesiani

di Redazione Blitz
Pubblicato il 28 novembre 2018 6:36 | Ultimo aggiornamento: 27 novembre 2018 18:42
Pony, l'orango usata come prostituta nei bordelli indonesiani

Pony, l’orango usata come prostituta nei bordelli indonesiani

ROMA – Alcuni ambientalisti raccontano la scioccante storia di Pony, un’orango del Borneo sfruttata nei bordelli indonesiani come prostituta e da loro salvata: oggi la scimmia sta bene e vive in una riserva per orangutan in Indonesia.

Pony è stata trovata nel 2003 in un villaggio di bordelli a Kareng Pangi, nel Kalimantan centrale, era stata rapita, incatenata a un muro, era sdraiata su un materasso e truccata, spiega il Daily Mail. Era spietatamente sfruttata dai contadini locali che producono olio di palma e che per fare sesso con Pony pagavano 2 euro. Dopo essere stata rapita dalla madre quando era piccola, i sequestratori hanno trattato Pony con crudeltà: la rasavano ogni due giorni, lasciandola con l’epidermide coperta di ferite, la truccavano e le mettevano il profumo. Le era stato persino insegnato come eseguire gli atti sessuali su richiesta dei clienti.

Lone Droscher-Nielson, che faceva parte della squadra che ha salvato Pony nel 2003, ha dichiarato al Sun:”Ero inorridita. Nella mia ingenuità non avevo mai pensato che fosse umanamente possibile fare una cosa simile a un animale”. Michelle Desilets, direttrice della Borneo Orangutan Survival Foundation, nel 2007 ha dichiarato a Vice:”I contadini venivano in particolare per lei. Avrebbero potuto fare sesso con una donna ma per molti era una novità farlo con un orango”.

Secondo Michelle, i suoi proprietari avrebbero minacciato con un machete gli animalisti intervenuti a salvare la scimmia: “Non volevano rilasciarla. Veniva usata come schiava del sesso. Probabilmente aveva circa sei o sette anni quando l’abbiamo salvata, ma per lungo tempo è stata tenuta prigioniera”. Alla fine, affinché consegnassero Pony ci sono voluti 35 poliziotti armati con AK-47 e altre armi. Dal bordello Pony è stata trasferita in una vicina riserva di orangutan gestita dalla Borneo Orangutan Survival Foundation