Professoressa va a letto con studente 17enne: “Somiglia a mio marito”

di FIlippo Limoncelli
Pubblicato il 16 Gennaio 2020 9:41 | Ultimo aggiornamento: 16 Gennaio 2020 9:43
Professoressa va a letto con studente 17enne: "Somiglia a mio marito"

Laura Bucy, la professoressa accusata di abuso su minore

WASHINGTON – Aveva rapporti intimi con un suo studente 17enne perché “somigliava” al marito. E’ la giustificazione che una professoressa di 34 anni, Laura Bucy, di Twinsburg, Ohio, ha dato ai giudici dopo essere stata accusata di abusi su minore. Inoltre la prof faceva ubriacare il giovane al fine di convincerlo ad andare a letto con lei. 

A denunciare l’accaduto sono stati i genitori del ragazzo che avevano notato dei cambiamenti nel figlio. Da qualche tempo era molto schivo ed inoltre, trovando bottiglie di alcolici vuote, avevano scoperto che beveva di nascosto. Così hanno deciso di mandarlo da una psicologa. Ed ecco che, svelata la causa del malessere del giovane, la famiglia ha deciso di denunciare la donna.

La professoressa, che insegnava Scienze familiari e di consumo, aveva stretto una relazione con il minorenne. Per mesi i due avevano avuto rapporti, anche a scuola. La donna però era riuscita a convincerlo di non raccontare quello che facevano altrimenti avrebbe perso il lavoro e i suoi figli. Un vero e proprio raggiro psicologico che ha turbato profondamente il 17enne. Il giovane alla fine però ha confessato di non aver rivelato la storiella per paura che lei potesse vendicarsi causandogli problemi a scuola.

Il giudice ha stabilito che la donna dovrà scontare 5 anni di carcere per abusi su minore. Sebbene l’età del consenso sia fissata in Ohio a 17 anni l’insegnante avrebbe approfittato del suo ruolo. Prima di essere condotta in carcere, la donna ha voluto porgere le proprie scuse alla vittima e ai suoi genitori, giustificando il suo comportamento così: “Sc*pavo con lui perché somiglia molto a mio marito”. (fonte: PEOPLE).