Putin, “spero non servano armi nucleari”, bombarda Raqqa

di Redazione Blitz
Pubblicato il 9 Dicembre 2015 10:24 | Ultimo aggiornamento: 9 Dicembre 2015 10:24
Putin, "spero non servano armi nucleari", bombarda Raqqa

Putin, “spero non servano armi nucleari”, bombarda Raqqa

ROMA – I missili Kalibr e i razzi da crociera A-101 “possono essere armati sia con testate convenzionali sia con testate speciali, cioè quelle nucleari. Certamente nulla di questo è necessario nella lotta ai terroristi, e spero che non sarà mai necessario”. Lo ha dichiarato il leader del Cremlino, Vladimir Putin, discutendo ieri sera dell’operazione militare in Siria con il ministro della Difesa russo, Serghiei Shoigu.

Il Rostov sul Don è un sottomarino della classe Varshavyanka a bassissima emissione di rumore con tecnologia stealth avanzata. La Russia ha lanciato in effetti un attacco missilistico contro obiettivi dell’Isis in Siria nella città di Raqqa, utilizzando per la prima volta un sottomarino dislocato nel Mediterraneo. Informazione resa nota dallo stesso Shoigu, come si apprende da Russia Today. Missili cruise 3M-54 Kalibr sono stati lanciati dal sottomarino “Rostov-on-Don”, ha specificato il ministro.

“Si tratta dei punti principali dei terroristi nella provincia siriana di Raqqa. Siamo sicuri di poter dire che gli attacchi hanno portato un danno abbastanza significativo a un magazzino di munizioni e a infrastrutture petrolifere”, ha concluso il ministro della Difesa. Missili simili erano stati lanciati da altre navi da guerra russe nel Mediterraneo e nel Caspio, il mese scorso.