R.Kelly accusato di stupro si dichiara non colpevole. Rapper resta in carcere: non ha soldi per cauzione

di redazione Blitz
Pubblicato il 26 febbraio 2019 0:31 | Ultimo aggiornamento: 26 febbraio 2019 0:31
r.kelly stupro carcere

R.Kelly accusato di stupro si dichiara non colpevole. Rapper resta in carcere: non ha soldi per cauzione

NEW YORK  – R. Kelly si dichiara non colpevole per tutti i dieci capi d’imputazione per abuso sessuale aggravato. Lo ha dichiarato il suo avvocato dopo che il rapper è comparso in aula lunedì 25 febbraio indossando la tuta arancione da carcerato. 

Dopo essere stato arrestato la scorsa settimana, l’artista è rimasto in cella per tutto il weekend perché non è riuscito a mettere assieme almeno il 10% della cauzione di dieci milioni di dollari.

R. Kelly è stato incriminato dopo circa vent’anni che era nel mirino per abusi sessuali. Ad incastrarlo un video consegnato alle autorità da Michael Avenatti, ex legale di Stormy Daniels, la porno star che sostiene di aver avuto una relazione sessuale con Donald Trump quando Melania era incinta. Nel video di circa 45 minuti si vede l’artista, ora 52nne, in rapporti sessuali con una 14enne.