Razzismo. Lou Jing, cinese nera vittima di insulti sul web

Pubblicato il 29 Ottobre 2009 10:09 | Ultimo aggiornamento: 29 Ottobre 2009 10:09

lou jingLou Jing è cinese, ma ha la pelle nera e questo ha fatto storcere il naso ad alcuni telespettatori del programma tv per nuovi talenti “Go, oriental angel”.

Fa la cantante, il presentatore dello show di Dragon tv l’ha ribattezzata la Halle Berry della Cina, eppure in rete è partito il tam tam contro di lei e la sua pelle dal colore “poco cinese”:  «Non esistono cinesi neri», insultano gli internauti più cattiv.

Lou Jing è nata il 28 aprile 1989 da mamma cinese, di Shanghai, e papà americano, nero, ma mai conosciuto né cercato. Alle accuse un po’ razziste le risponde: meglio essere «Halle Berry quando mi sono vista trucca­ta ho pensato che in effetti ve­nivo bene, che ero bella», pe­rò «meglio ancora essere chia­mata con il mio vero nome. Se c’è razzismo in Cina? Io parlerei più di aggressività che di raz­zismo. Davanti alle offese la­scio perdere, reagisco solo se sono di cattivo umore».