Re della truffa/ Ragazzo autistico di 17 anni inganna il mondo dell’aviazione fingendosi un imprenditore. Sembra Di Caprio in “Prova a Prendermi”

Pubblicato il 20 Luglio 2009 13:38 | Ultimo aggiornamento: 20 Luglio 2009 13:38

Si faceva chiamare Adam Tait e raccontava a una serie di gestori aeroportuali e responsabili di linee aeree di avere a disposizione una flotta di jet con i quali intendeva lanciare un collegamento tra le isole di Jersey e Guernsey e alcune città europee. Tutti gli hanno creduto. Lui, però, non è un imprenditore e non ha niente a che fare con l’aviazione. È un ragazzo di diciassette anni, che vive nello Yorkshire ed è affetto da una particolare forma di autismo.

La sua sofisticata beffa ricorda la vicenda raccontata nel film “Prova a prendermi” con Leonardo Di Caprio: a 16 anni Frank Abagnale Jr riuscì a convincere la Pan Am di essere un pilota, per poi continuare la sua carriera di truffatore fingendosi un avvocato, un professore e un pediatra, fino al suo arresto all’età di 21 anni.

Il giovane inglese ha un precedente. Prima della sua passione per i velivoli, per poco non era riuscito a portare il cast statunitense di High School Musical in un teatro da 300 posti nello Shropshire. Il padre del giovane, intervistato dal Sunday Times, ha dichiarato: «Quelli come lui non sono criminali. Sarebbe bello se qualcuno potesse prendere queste persone e incanalare la loro energia in qualcosa di buono».