Reattore nucleare alla Kodak di New York per 30 anni

Pubblicato il 14 Maggio 2012 20:12 | Ultimo aggiornamento: 14 Maggio 2012 20:15

NEW YORK, 14 MAG – Per 30 anni nel seminterrato di uno stabilimento Kodak a Rochester, New York, e' stato ospitato un reattore nucleare delle dimensioni di un frigorifero. Secondo quanto riportato da alcuni media americani non e' chiaro perche' il dispositivo, contenente un chilo e mezzo di uranio arricchito, lo stesso materiale utilizzato per costruire le armi nucleari, si trovasse li'. Secondo quanto dichiarato da un esperto di non proliferazione nucleare si tratta di una situazione strana in quanto solitamente le aziende private non possiedano questo materiale. Della presenza del reattore, contenuto all'interno di ambiente dotato di mura di cemento di oltre mezzo metro di spessore, erano a conoscenza soltanto poche persone, tra cui alcuni ingegneri e funzionari di Stato, mentre nessun dipendente aveva accesso al sito.

Apparentemente veniva utilizzato per rilevare le impurita' contenute all'interno di alcuni strumenti o per testare nuove tecniche di produzione delle immagini, e pare non ci fosse alcun pericolo di esplosione. "Questo dispositivo – presente nello stabilimento dal 1974 al 2007 – non costituiva alcun rischio di radiazioni per i dipendenti, ne' al di fuori della struttura", ha spiegato il portavoce della societa' Christopher Veronda.