Regno Unito, vaccino anti Covid può essere comprato in farmacia

di Redazione Blitz
Pubblicato il 13 Gennaio 2021 20:51 | Ultimo aggiornamento: 13 Gennaio 2021 20:52
Passaporto Ue per i vaccinati. Von der Leyen: "E' una decisione politica e giuridica che va discussa"

Regno Unito, vaccino anti Covid può essere comprato in farmacia (foto Ansa)

Svolta nel Regno Unito dove il vaccino anti Covid potrà essere acquistato, e quindi effettuato, direttamente nelle farmacie.

Non solo, questi presidi saranno aperti sette giorni su sette, 24 ore su 24.

Regno Unito, vaccino anti Covid acquistabile anche nelle grandi farmacie

Il Regno Unito accelera ancora sul fronte delle vaccinazioni anti-Covid.

Dopo l’avvio da lunedì delle somministrazioni anche in mille grandi farmacie del Regno (oltre a ospedali, ambulatori, strutture drive-in).

Il premier Boris Johnson ha annunciato nel Question Time del mercoledì alla Camera dei Comuni un piano per la creazione di centri ad hoc.

Questi centri saranno in grado di vaccinare persone 24 ore su 24, 7 giorni a settimana.

Johnson non ha indicato una data precisa per il via libera a queste strutture.

Al momento il problema principale resta quello del ritmo delle forniture delle dosi da parte delle aziende produttrici.

Regno Unito, vaccino anti Covid anche nelle farmacie di alcuni supermercati

Intanto la catena britannica di supermercati Asda ha reso noto che dal 25 gennaio punti di vaccinazione saranno disponibili anche in aree-farmacia interne ai propri magazzini (prima azienda della grande distribuzione a farlo), a iniziare da un esercizio di Birmingham.

Campagna di vaccinazioni a parte, nel Question Time il premier Tory è stato tuttavia nuovamente attaccato dal leader dell’opposizione laburista, Keir Starmer, per l’impennata di contagi recenti nel Regno.

Starmer ha imputato a Johnson di aver “tardato” nell’imporre il terzo lockdown, dando messaggi rassicuranti fino a metà dicembre.

Un’accusa che il primo ministro ha respinto, indicando nel 18 dicembre la data nella quale l’allarme dei consulenti medico-scientifici sulla cosiddetta ‘variante inglese’ del coronavirus è emerso in tutta la sua gravità, cambiando radicalmente il quadro. (fonte ANSA).