Richard Cousins, il “manager buono” muore con tutta la sua famiglia in un incidente aereo

di Redazione Blitz
Pubblicato il 5 gennaio 2018 6:46 | Ultimo aggiornamento: 4 gennaio 2018 16:50
australia

Richard Cousins, il “manager buono” muore con tutta la sua famiglia in un incidente aereo

SYDENY – In Australia, Gareth Morgan perde il controllo dell’idrovolante che precipita nel fiume Hawkesbury a Sydney: tragico il bilancio dell’incidente, oltre a Morgan hanno perso la vita cinque persone di nazionalità britanica.

La polizia ora ha avviato un’indagine e ha eseguito un’ispezione nella casa del pilota a Enfield, Sidney, per capire le sue inclinazioni politiche, religiose e i comportamenti sociali, come riferito da The Daily Telegraph.
Luke Thornley, coinquilino del 44enne, afferma che “Gareth era felice e non dava l’impressione che qualcosa non andasse. Era entusiasta di diventare pilota per Qantas e stava studiando per sostenere l’esame”.
Oltre a Morgan nell’incidente è morta un’intera famiglia di cinque persone: un noto uomo d’affari britannico Richard Cousins, i due figli  Edward e William, la fidanzata Emma Bowden e la figlia undicenne Heather.
L’autopsia determinerà la causa della morte del pilota e se droghe, alcol o malattie gli abbiano fatto perdere il controllo dell’idrovolante.

La Seaplane Pilots Association Australia ha dichiarato che l’aereo coinvolto nell’incidente è considerato più sicuro rispetto ad altri piccoli aerei, grazie alla capacità di atterrare sull’acqua in caso di emergenza.
Si ritiene che l’idrovolante sia precipitato improvvisamente, lasciando al pilota solo il tempo di fare una telefonata di soccorso prima di precipitare nel fiume.