Russia accusa Usa: “Aiutate Isis, abbiamo le prove”. Ma è un videogame

di redazione Blitz
Pubblicato il 16 novembre 2017 6:31 | Ultimo aggiornamento: 15 novembre 2017 21:23

WASHINGTON – Gli Stati Uniti aiutano l’Isis in Medio Oriente: il ministero della Difesa russo sostiene di avere la “prova inconfutabile” e pubblica delle foto prese però da un videogame.

Secondo le dichiarazioni, le foto dimostrano che la coalizione guidata dagli Usa sta interagendo con l’Isis per promuovere gli interessi americani in Medio Oriente. Le immagini, scrive il Daily Mail, sarebbero in realtà delle scene di AC-130 Gunship Simulator, un videogioco per mobile, prodotto da Byte Conveyor Studios e caricato su YouTube nel marzo 2015.

In un post su Facebook, poi eliminato, il governo russo sosteneva che il filmato era stato girato il 9 novembre da droni russi.

“La scorsa settimana, la SyrianArabArmy sostenuta dalle forze aerospaziali russe, ha liberato AbuKamal. L’operazione ha accertato la cooperazione diretta e il sostegno offerto dalla coalizione guidata dagli Stati Uniti ai terroristi Isis”, scriveva il governo russo sul social media.

Eppure, dagli ultimi due anni, i segugi online hanno velocemente rintracciato le immagini di una serie di video diversi. L’integrazione più eclatante, ha mostrato quello che sembrava essere un convoglio militare, girato dall’alto in bianco e nero.

Una ricerca inversa dell’immagine, mostra che è stata caricata la prima volta come parte di un videogame promozionale per pc, che si svolge durante la guerra in VietNam. “Il ministero della Difesa russo utilizza immagini di videogioco come prova che gli USA stanno collaborando con l’Isis”, ha scritto Eliot Higgins, un ricercatore associato in visita al King’s College London e esperto di indagini online per il sito Bellingcat.

“Vale la pena notare che i russi hanno letteralmente e falsamente accusato gli Stati Uniti usando immagini di videogiochi e vedo che un milione di persone nella mia timeline hanno notato la stessa cosa”.

Un sito web di propaganda, Sputnik, ha caricato una storia in cui spiega che il ministero russo della Difesa aveva cancellato le fotografie ma non ha menzionato il grossolano inganno tentato dal Cremlino, scrive il Daily Mail.

L’agenzia di stampa Tass ha menzionato il ministero della Difesa dicendo che una persona dell’istituzione aveva erroneamente caricato le immagini. Gli utenti Twitter non hanno perso tempo a guardare il lato divertente delle vecchie immagini postate dal ministero della Difesa russo e pubblicato delle clip di famosi videogiochi per pc “come prova del controllo mentale della Cia” o elogiato i russi per il loro “bel trolling“.