Russia, crolla diga vicino a miniera d’oro in Siberia: 15 operai morti e 13 dispersi

di Redazione Blitz
Pubblicato il 20 Ottobre 2019 20:37 | Ultimo aggiornamento: 20 Ottobre 2019 20:37
Russia, crolla diga vicino a miniera d’oro in Siberia: 15 operai morti e 13 dispersi

La zona dove è crollata la diga (foto da video)

MOSCA – Almeno 15 persone sono morte e altre 13 risultano disperse a causa del crollo di una diga la notte scorsa, 19 ottobre, vicino ad una miniera d’oro in Siberia che ha sommerso due dormitori dei minatori: lo ha reso noto il ministero delle emergenze russo, secondo quanto riportano le agenzie di stampa russe. La sciagura, provocata dalle forti piogge, è avvenuta alle porte del villaggio di Shchetinkino, nella regione di Krasnoyarsk, circa 3.400 chilometri a est di Mosca. Le autorità hanno aperto un’inchiesta penale per possibili violazioni del regolamento sulla sicurezza nel posto di lavoro.

Il presidente russo Vladimir Putin ha chiesto di adottare tutte le misure necessarie per aiutare le persone coinvolte nel crollo della diga, per identificare le cause del disastro e per prevenire qualsiasi impatto sulla zona residenziale vicina. Mosca ha disposto un’indagine per stabilire eventuali violazioni alle norme di sicurezza, tanto più che le autorità locali hanno spiegato di non essere a conoscenza dell’esistenza della diga. I minatori lavoravano per una compagnia privata, la Sibzoloto, che non ha ancora rilasciato commenti sull’accaduto.

Nelle miniere russe, specialmente in quelle di carbone, non sono rari gli incidenti mortali dovuti a crolli ed esplosioni nelle gallerie sotterranee. Nel 2009 invece si allagò la sala macchine della centrale idroelettrica di Sayano-Shushenskaya, la più grande della Russia, uccidendo 75 operai.

Fonte: ANSA