Russia: Khodorkovski condannato a 14 anni. Il giudice: “Va isolato dalla società”

Pubblicato il 30 Dicembre 2010 14:15 | Ultimo aggiornamento: 30 Dicembre 2010 15:19

L’ex magnate russo del petrolio Mikhail Khodorkovski e il suo principale socio Platon Lebedev devono essere “isolati dalla società” e sono stati condannati a 14 anni di reclusione. Alla condanna a 8 anni di reclusione, stabilita nel primo processo, sono stati aggiunti altri sei anni nel secondo. Lo ha dichiarato il presidente del tribunale di Mosca.

“La sola correzione possibile per Khodorkovski e Lebedev è isolarli dalla società”, ha affermato il giudice Viktor Danilkine leggendo la sentenza nei loro confronti. L’avvocato di Khodorkovski ha definito la condanna ad altri sei anni di reclusione dell’ex magnate della Yukos una sentenza “illegale”, frutto delle pressioni del premier Vladimir Putin.

I due ex dirigenti di Yukos sono stati riconosciuti colpevoli 1 di furto di milioni di tonnellate di petrolio e di riciclaggio di 23,5 miliardi di dollari. Per loro l’accusa ha chiesto una pena di 14 anni di reclusione, confermata dal tribunale. Arrestati dal 2003, Khodorkovski e Lebedev sono già stati condannati nel 2005 a otto anni di prigione per frode ed evasione fiscale. I due ex manager resteranno quindi in prigione per altri sei anni.