Russia. Nuova legge, fondazione George Soros forse ”non gradita”

Pubblicato il 5 Giugno 2015 9:24 | Ultimo aggiornamento: 5 Giugno 2015 9:24
George Soros

George Soros

RUSSIA, MOSCA – Potrebbe essere la fondazione di George Soros ‘Open Society’ la prima organizzazione a essere colpita dalla nuova controversa legge che consente alle autorita’ russe di vietare l’attivita’ delle organizzazioni straniere e internazionali dichiarate “non gradite”.

Due deputati comunisti hanno chiesto alla procura generale di classificare come “indesiderata” la fondazione del miliardario americano per la sua “attivita’ antirussa” in modo da evitare “che assuma forme piu’ distruttive” come “si e’ visto in Ucraina, in Georgia e in altri Paesi”.

Il leader dei comunisti russi, Ghennadi Ziuganov, ha dichiarato di non essere a conoscenza “di nessun progetto della Fondazione Soros che rafforzi la Federazione Russa” e ha accusato il finanziere di avere “un atteggiamento aggressivo nei confronti della Russia”.

5 x 1000

‘Open Society’ ha una sede a Mosca e filiali a San Pietroburgo, Nizhni Novgorod e Novosibirsk.