Russia. Nuovo Kalashnikov AK-12 voluto da Putin non supera i test preliminari

Pubblicato il 24 settembre 2013 11:43 | Ultimo aggiornamento: 24 settembre 2013 11:43
Il nuovo Kalashnikov AK-12

Il nuovo Kalashnikov AK-12

Rinato, con la benedizione del presidente Vladimir Putin, in una nuova e piu’ sofisticata versione di quinta generazione, il leggendario fucile d’assalto Kalashnikov Ak-47 (ora Ak-12) non ha superato i test preliminari e quindi non e’ stato ammesso ai test statali per diventare la nuova arma da tiro dell’esercito russo.

Lo riferisce il quotidiano Izvestia, citando un rappresentante dello stato maggiore delle truppe di terra. L’omonimo consorzio bellico ha ora un mese di tempo per eliminare i problemi, tra cui la precisione di tiro, la funzionalita’ e l’ergonomia. Nel 2014 il ministero della difesa dovra’ decidere quale  nuova arma fornire all’esercito.

Per ora in pole position, secondo il giornale, c’e’ una nuova versione del fucile mitragliatore prodotto dagli anni Ottanta in una fabbrica di Kovrov, nella regione di Vladimir.

Prprio nei gorni scorsi Putin ha visitato la Kalashnikov a Izhevsk. Putin ha ispezionato le nuove armi prodotte dall’azienda, compreso il modello AK-12, ed ha visitato le tappe della produzione.

La società, nota dagli anni Quaranta per i suoi mitra, è una delle più importanti fabbriche di armi al mondo.