Russia, pacemaker in tilt: muore dopo il controllo al metal detector

di Redazione Blitz
Pubblicato il 21 Novembre 2014 18:03 | Ultimo aggiornamento: 21 Novembre 2014 18:03
Diana Tolstova

Diana Tolstova

MOSCA – Diana Tolstova, così si chiamava la donna russa morta in seguito a un controllo al metal detector nell’aeroporto di Ulan-Ude, nella Siberia meridionale. Aveva un pacemaker e la causa del decesso potrebbe essere un malfunzionamento dello stimolatore cardiaco dovuto al “passaggio” tra le onde elettromagnetiche.

Diana è morta tra le braccia del marito 33enne, Maxim. “Non so cosa sia accaduto – ha detto il marito – ma mentre stavamo arrivando al gate Diana ha cominciato a tremare ed è subito collassata”. Anche i medici, secondo il marito, non sapevano cosa fare: “Non hanno chiamato neanche l’ambulanza e così la mia bellissima Diana è morta tra le mie braccia”