Russia, ragazzina di 14 anni picchiata dalle compagne: non potrà avere figli

di Redazione Blitz
Pubblicato il 14 novembre 2018 14:15 | Ultimo aggiornamento: 14 novembre 2018 14:15
Russia, ragazzina picchiata dalle coetanee non potrà avere figli

Russia, ragazzina di 14 anni picchiata dalle compagne: non potrà avere figli

MOSCA – Hanno convinto la ragazzina di 14 anni a seguirle, promettendole di portarla dal ragazzo di cui era innamorata. Liza pensava di andare all’appuntamento con la sua cotta adolescenziale, invece si è trovata davanti cinque ragazzine della sua età che l’hanno picchiata con tale violenza da lasciarle  segni indelebili: l’hanno colpita così forte che non potrà avere figli. Questo l’episodio di violenza avvenuto a Mineralnye Vody, in Russia.

L’episodio è stato accuratamente documentato con un video girato proprio dalle aguzzine. Una delle cinque ragazze che l’attendeva nella trappola ha filmato i calci e i pugni alla giovanissima vittima, continuati anche mentre era in terra. Poi ancora calci al ventre e nelle parti intime, così come nella schiena, fino a quando una di loro non le salta sulla testa schiacciandola contro l’asfalto. Un’aggressione durata per circa tre ore e scattata come probabile punizione: le aguzzine l’accusavano di aver parlato male di una di loro a scuola.

Liza è stata poi portata via da un ragazzo, forse proprio quello per cui aveva una cotta e che le altre hanno usato per attirarla nella trappola. La giovane si è recata in ospedale, dove è stata ricoverata immediatamente in terapia intensiva per una commozione cerebrale e lesioni gravissime agli organi interni. Per i medici, la giovane non avrà in futuro possibilità di diventare mamma.

Le aguzzine hanno postato sui social network le foto e i video che ora sono al vaglio degli inquirenti. Le autorità le avrebbero già rintracciate e ora stanno procedendo con le indagini di rito.