Russia schiera missili balistici a Kaliningrad. “Risposta allo scudo Nato”

di redazione Blitz
Pubblicato il 21 novembre 2016 16:09 | Ultimo aggiornamento: 21 novembre 2016 16:09
Russia schiera missili balistici a Kaliningrad. "Risposta allo scudo Nato"

Russia schiera missili balistici a Kaliningrad. “Risposta allo scudo Nato”

MOSCA – La Russia schiera un battaglione dotato di sistema di difesa missilistico S-400 e missili balistici Iskander a Kaliningrad, enclave russa in Polonia. Una risposta allo scudo missilistico della Nato in Polonia e Romania sottolineano da Mosca. Ma da Europa e Stati Uniti la cosa viene guardata con sospetto.

Il battaglione, che appartiene al complesso missilistico costiero Bastion, entrerà a far parte del raggruppamento missilistico della flotta del Baltico. Dovrebbe servire per controbattere allo scudo voluto da George W. Bush per proteggere (almeno sulla carta) i Paesi europei dalla minaccia di missili balistici a corto e medio raggio provenienti dal Medio Oriente. Ma la Russia ha sempre sottolineato come questo scudo alteri l’equilibrio tra le due super-potenze che si è venuto a creare in Europa dopo la fine della seconda guerra mondiale.

Secondo gli esperti militari, se necessario il Bastion è in grado di respingere fuori dagli stretti danesi nel Mar Baltico le navi di un potenziale nemico e di raggiungere qualunque obiettivo in Polonia.

Come spiega l’agenzia Nova, il sistema missilistico costiero Bastion, abbinato ai missili supersonici antinave Onjks, è in grado di distruggere a più di 600 chilometri di distanza navi di diverse classi e tipologie.

Il 15 novembre il ministro della Difesa russo, Sergej Shoigu, ha annunciato che simili complessi Bastion sono stati consegnati in Siria, dove effettivamente costituiscono una difesa integrale della costa.

 

 

 

 

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other