Russia, Ucraina. ”Blitz come Anschluss”, ritorsioni su professore Mosca

Pubblicato il 5 marzo 2014 10:05 | Ultimo aggiornamento: 5 marzo 2014 10:05
Il professore Andrei Zubov

Il professore Andrei Zubov

RUSSIA, UCRAINA – Un professore del prestigioso Istituto per le relazioni internazionali di Mosca (Mgimo), Andrei Zubov, ha denunciato di essere stato minacciato di licenziamento per aver scritto sul quotidiano Vedomosti un articolo nel quale paragona la possibile invasione russa dell’Ucraina all”Anschluss’ (annessione) nazista dell’Austria nel 1938.

Nell’articolo, uscito sabato scorso, giorno in cui il Senato russo ha autorizzato l’uso della forza, il docente di scienze storiche ha scritto che “non dovremmo fare ciò che i tedeschi fecero ai loro tempi sulla base delle promesse di Goebbels e Hitler”, ammonendo che un intervento militare danneggerebbe seriamente le relazioni di Mosca con Kiev e l’Occidente portando il mondo sull’orlo di un’altra guerra fredda.

Il rettore del Mgimo ha detto al capo del dipartimento di filosofia che Zubov dovrebbe dimettersi, cosa che rifiuta di fare, o essere licenziato, secondo il sito Slon.ru. Mercoledi è previsto un incontro tra il professore e i vertici dell’Istituto. Il docente ha spiegato che a suo avviso il rettore è stato probabilmente costretto ad agire dalle autorità e ha ammesso di avere un sospetto: “l’Mgimo è l’istituto del ministero degli esteri e la mia opinione è incompatibile con la posizione del ministero”.