Salman Khan, il divo di Bollywood, condannato a 5 anni per aver ucciso due cervi

di Redazione Blitz
Pubblicato il 5 aprile 2018 14:36 | Ultimo aggiornamento: 5 aprile 2018 14:37
Salman Khan, il divo di Bollywood, condannato a 5 anni per aver ucciso due cervi

Salman Khan, il divo di Bollywood, condannato a 5 anni per aver ucciso due cervi

ROMA – Un tribunale indiano ha condannato oggi Salman Khan, uno degli attori più conosciuti di Bollywood, a cinque anni di carcere nel quadro di un caso che si trascinava da 20 anni per l’uccisione da parte sua, avvenuta in infrazione della legge, di due cervi in una foresta.

Lo riferisce la tv Republic di New Delhi. I giudici del tribunale di Jodhpur, in Rajasthan, hanno nello stesso tempo assolto con il beneficio del dubbio, altri quattro attori che si trovavano sulla stessa jeep di Khan.

Secondo Ndtv ora l’attore, che potrà fare ricorso presso l’Alta Corte per la sentenza, sarà trasferito dal tribunale alla prigione centrale della città. Protagonista di decine di film di Bollywood che lo hanno reso popolare in India e in molti Paesi asiatici, nel 2007 Khan partecipò per la prima volta in un film di Hollywood. Si trattò di Marigold, diretto da Willard Carroll. Oltre a condannarlo a cinque anni di reclusione, il giudice ha anche imposto una multa di 10.000 rupie (125 euro).

Le tv hanno mostrato il trasferimento della star indiana dal tribunale alla prigione centrale di Jodhpur. I fatti che hanno portato alla pesante condanna sono avvenuti nel 1998 quando, in una pausa delle riprese di un film, il gruppo di attori si è addentrato nella foresta per sparare ed uccidere due cervi (blackbucks) di una specie in pericolo di estinzione.

I legali di Khan hanno annunciato che presenteranno immediatamente una richiesta di libertà dietro cauzione ad un giudice d’appello. L’istanza, tuttavia, dovrebbe essere esaminata solo fra qualche giorno. Quella odierna non è stata la prima condanna che l’amato attore di Bollywood ha subito durante la sua carriera. Nel maggio 2015 Khan venne condannato a cinque anni di reclusione per omicidio colposo in relazione ad un incidente avvenuto nel 2002 a Mumbai (la vecchia Bombay) durante il quale investì e uccise un senzatetto, ferendo altre quattro persone. Nonostante ciò l’Alta Corte di quella città decise di sospendere la pena inflittagli il 6 maggio concedendogli la libertà provvisoria.

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other