Samantha, 17 anni e senzatetto: verso il Nobel grazie alle cozze

Pubblicato il 16 Gennaio 2012 12:54 | Ultimo aggiornamento: 16 Gennaio 2012 12:54

Samantha Garvey

NEW YORK – Samantha Garvey, senzatetto di soli 17 anni, ha già la strada spianata verso il premio Nobel. Grazie alle cozze. La storia di questa 17enne particolarmente dotata arriva da Long Island, dove Samantha vive insieme ai genitori e frequenta l’ultimo anno di liceo alla Brentwood High School. Samantha vuole fare, da grande, la biologa marina e la sua passione le ha già dato i primi frutti.

D’accordo con la sua prof di scienze, Rebecca Grella, ha fatto uno studio sull’interazione delle cozze con il loro ambiente. Scoprendo che questi molluschi (che fanno la fortuna dell’economia della sua zona) reagivano al moltiplicarsi dei granchi sviluppando un guscio più forte per difendersi. Studio che non solo è piaciuto alla sua scuola, ma anche alla prestigiosa Society for Science an the Public che dal ’42 gestisce un premio per i liceali americani più dotati. Sette tra i premiati di questa società hanno proseguito gli studi e vinto un Nobel. In palio, infatti, c’è una borsa di studio da 100mila dollari.

Samantha è arrivata in semifinale: la bella notizia le è stata comunicata ai primi di gennaio. Il problema però è stato trovarla. A fine dicembre la sua famiglia è stata sfrattata: sua madre, un’infermiera, aveva perso il lavoro e il padre (taxista) non poteva mantenere la famiglia e le spese della casa. La mobilitazione è stata istantanea: la famiglia ha avuto un alloggio popolare e finalmente Samantha può stare tranquilla. Il suo terrore infatti era non poter ricevere la posta e quindi la comunicazione da parte dell’Istituto. Ora invece può sperare in un Nobel. Nel frattempo ha già fatto domanda per le università di Yale e Brown.