Saudi Arabian Airlines vieta l’imbarco a un passeggero in pantaloncini corti

di Redazione Blitz
Pubblicato il 11 ottobre 2018 7:06 | Ultimo aggiornamento: 10 ottobre 2018 18:17
Saudi Arabian Airlines

Saudi Arabian Airlines vieta l’imbarco a un passeggero in pantaloncini corti

LONDRA – Un imprenditore è stato respinto al cancello d’imbarco di un volo della Saudi Arabian Airlines (Saudia) da Giacarta a Istanbul via Riad, perché era vestito in modo inappropriato: indossava pantaloncini corti.

Jordan Bishop, fondatore del concierge di voli aziendali Yore Oyster, in un articolo su Forbes ha spiegato di essere stato bloccato da un membro dello staff di Saudia che gli avrebbe detto di coprire le gambe o non sarebbe salito sull’aereo.

Bishop aveva replicato di essere un viaggiatore internazionale regolare e che la scelta dell’abbigliamento non è mai stata messa in discussione.

Ma il Saudia Dress Code ufficiale, pubblicato sul suo sito web, dice: “Saudia chiede ai propri ospiti di rispettare un codice di abbigliamento in base al quale devono essere vestiti in linea con il gusto del pubblico o non offensivo per gli altri passeggeri”.

Saudia è la compagnia aerea nazionale dell’Arabia Saudita, che segue un’interpretazione conservatrice dell’islam sunnita chiamato Wahhabismo, scrive il Daily Mail.

Il Regno saudita applica un rigoroso codice di abbigliamento, tutte le donne in pubblico devono indossare un abaya, un lungo camice di tessuto leggero, che copre tutto il corpo eccetto la testa, i piedi e le mani.

A Bishop è stato detto che i pantaloncini corti erano ammessi dopo il decollo dell’aereo e all’arrivo in Arabia Saudita.
Non avendo nulla da indossare, a Bishop non è rimasto altro che indossare un sarong legato in vita, così che sembrasse una gonna, acquistato in un chiosco dell’aeroporto e finalmente è stato imbarcato con le scuse dell’equipaggio.