Scientology impantanata, una dirigente attacca il leader Miscavige

Pubblicato il 3 Gennaio 2012 16:36 | Ultimo aggiornamento: 4 Gennaio 2012 18:00

NEW YORK – Un leader “tiranno”, che pensa “solo ai soldi” e ha tradito la “famiglia” di Scientology: così Debbie Cook, un’ex dirigente dell’organizzazione religiosa più in voga tra le star americane e non solo (da John Travolta a Tom Cruise), ha lanciato una frecciata dritta al cuore e alla reputazione dell’attuale capo David Miscavige.

Stando alle parole della Cook, il “sacerdote” sarebbe un “tiranno che ha intrapreso una politica sbagliata” e che avrebbe usato tecniche di finanziamento poco ortodosse, spendendo poi i soldi presi nella costruzione di lussuosi edifici poi rimasti vuoti.

Coloro che si oppongono, sottolinea Cook, rischiano “severe azioni disciplinari”: “Siamo un gruppo forte e potente e possiamo cambiare: abbiamo superato molte tempeste, e mi dispiace essere io a dovervelo dire ma una nuova tempesta ci minaccia”, conclude lanciando un appello agli aderenti.

Scientology ha replicato sostenendo che le teorie della donna “riflettano una visione del mondo meschina, ignorante e retriva: non sono condivise dalle migliaia di aderenti enormemente soddisfatti delle nostre 27 nuove chiese e da ciò che esse significano per le comunità che esse servono”.