Scienziato nucleare iraniano fatto entrare illegalmente in Gb dal MI6 con l’aiuto del Mossad e Cia

di Redazione Blitz
Pubblicato il 13 Febbraio 2019 7:08 | Ultimo aggiornamento: 13 Febbraio 2019 0:15
Scienziato nucleare iraniano

Scienziato nucleare iraniano fatto entrare illegalmente in Gb dall’intelligence brittanica attraverso la Manica

ROMA – Agenti dell’intelligence britannica avrebbero fatto entrare illegalmente nel Regno Unito, attraverso la Manica, uno scienziato nucleare iraniano usando come copertura l’emergenza migranti. Durante la traversata, lo scienziato 47enne si sarebbe infiltrato tra gli altri iraniani e viaggiato 4.800 km via terra verso la costa francese vicino a Calais.  

Secondo quanto riferito, sarebbe stato condotto di nascosto dall’Iran nella vicina Turchia dal Mossad, il servizio segreto israeliano.

Lo scienziato, che ha informazioni sul programma nucleare iraniano e ha riferito di aver contribuito nel 2012 a pianificare l’assassinio del massimo esperto nucleare di Teheran, Mostafa Ahmadi Roshan, è arrivato a Lydd, nel Kent, con altri 12 migranti alla vigilia di Capodanno.

Il MI6 ha dovuto tuttavia affrontare un problema: volevano intervistare lo scienziato e aiutarlo a spostarsi negli USA ma, a differenza degli Stati Uniti, la Gran Bretagna fa ancora parte dell’accordo sul nucleare iraniano, commenta il Daily Mail.

Non volendo mettere a repentaglio l’accordo, poiché l’iniziativa sarebbe stata considerata come un aiuto a un disertore, il MI6 ha deciso di adottare un insolito metodo di “liberazione” attraverso un’operazione congiunta con il Mossad e la CIA.

“Una volta in Francia, è rimasta in piedi la questione su come farlo entrare in Gran Bretagna. Sebbene fosse una soluzione insolita, è stato infiltrato tra un gruppo di altri migranti che si preparavano ad attraversare la Manica”.

Il piano, organizzato a ottobre, è stato complicato dalla decisione di Donald Trump di tirarsi fuori dall’accordo con l’Iran.  

Una fonte ha detto al Sunday Express:”Non è stato semplice”. L’assenza dello scienziato è “stata notata velocemente e siamo stati informati che era stata inviata un’unità speciale del Corpo delle Guardie della rivoluzione islamica”.  

Il MI6 ha intervistato lo scienziato riguardo i piani nucleari dell’Iran prima che venisse condotto in America.

L’Iran ha sempre dichiarato che il programma nucleare è per scopi pacifici, ma ha dovuto affrontare anni di pesanti sanzioni economiche. 

L’accordo nucleare del 2015 tra il paese e le altre potenze mondiali, Stati Uniti compresi con la presidenza di Barak Obama, era finalizzato a dissipare i timori che l’Iran stesse costruendo la bomba atomica.