Scott Ritter, l’ispettore delle armi di Saddam finisce imputato per pedofilia

Pubblicato il 10 Marzo 2011 19:02 | Ultimo aggiornamento: 10 Marzo 2011 19:05

USA – E’ finito imputato per pedofilia Scott Ritter, l’ex capo degli ispettori dell’Onu in Iraq ai tempi di Saddam Hussein negli anni ’90. Fu lui che si mise contro l’allora presidente Bush che voleva intervenire dichiarando che Baghdad non aveva armi di distruzione di massa.

Adesso si trova davanti al tribunale della contea Monroe, a Stroudsburg, una cittadina della Pennsylvania. La polizia lo ha trovato durante un’operazione per scovare i pedofili online: sembra che abbia cercato di adescare (masturbandosi poi davanti alla web cam) Emily, una ragazzina di 15 anni. In realtà era solo una trappola degli agenti: la ragazzina era Ryan Venneman, ufficiale della polizia di Barrett, in Pennsylvania.

Ritter è stato arrestato due volte nel 2001 per vicende simili, ora rischia 7 anni di carcere.