Cronaca Mondo

Secret Hitler, il gioco da tavolo più venduto su Amazon

Secret Hitler, il gioco da tavolo più venduto su Amazon

Secret Hitler, il gioco da tavolo più venduto su Amazon

ROMA – “Secret Hitler” è il gioco da tavolo più richiesto su Amazon, pare ne siano state vendute decine di migliaia di confezioni, ma può essere scaricato on line a poco prezzo, e stampato, come cosiddetto Print and Play. Ambientato negli anni ’30, i giocatori impersonano i politici tedeschi nel periodo della Repubblica di Weimar, fascisti e liberali si contrappongono: i primi cercano di salire al potere, i secondi tentano di evitare l’ascesa ma entrambi devono identificare il traditore che si nasconde nel rispettivo gruppo.

A “Secret Hitler” possono giocare 5-10 persone, divise in 2 squadre: una più grande di liberali e una più piccola di fascisti mentre uno dei giocatori è scelto come Hitler. I fascisti si conoscono tra di loro, sanno chi è Hitler ma quest’ultimo non conosce l’identità di chi lavora per lui affinché salga al potere, spiega il New York Times.

I creatori del gioco, da quando nel 2015 hanno avviato la campagna di crowfunding su Kikstarter, hanno raccolto quasi 1,5 milioni di dollari e su Amazon è stata annunciata una seconda ristampa.

Ma Secret Hitler, scrive il New York Times, ha beneficiato di un’altra imprevista tendenza: un notevole ritorno d’interesse al fascismo nel periodo delle elezioni USA nel 2016, in cui c’è stata un’ottima vendita di classici letterari distopici e una rivalutazione del movimento che ha portato al potere Hitler e Mussolini.

E a Secret Hitler, secondo Evelyn Rodriguez, ricercatrice di mercato dell’Euromonitor International, giocano persone di più di 18 anni, è il gioco da tavolo più acquistato negli ultimi anni. In particolare i giochi indipendenti sono diventati molto popolari, come hanno dimostrato i dati di Euromonitor, poiché Kickstarter è diventato un hub per creatori con idee che possono essere molto rischiose o troppo originali per gli editori tradizionali. Sulla piattaforma di crowdfunding, i creatori possono raccogliere denaro, riescono a trovare un pubblico anche per giochi dai nomi stravaganti e, visto che sono ancora in fase di progettazione, ricevere commenti dai potenziali acquirenti.

A dare il via alla realizzazione di Secret Hitler è stato il binge-watching: nel 2015, uno dei suoi creatori, Mike Boxleiter, 32 anni, ha trascorso un intero fine settimana a guardare la mini-serie “Band of Brothers”, ambientata nella Seconda Guerra Mondiale e prodotta da Steven Spielberg.

Boxleiter, Temkin e Tommy Maranges, erano ossessionati dalla complessità dei giochi di inganno; dopo aver guardato 705 minuti della serie Band of Brother, Boxleiter ha avuto l’idea per un nuovo gioco, basato sulla crescita di potere di Hitler: 48 ore dopo era pronto il prototipo.

Il 23 novembre 2015, hanno avviato una campagna crowfounding su Kickstarter con l’obiettivo di raccogliere 54.450 dollari per stampare il gioco. In 24 ore, la somma richiesta era raddoppiata, ad agosto il gioco aveva richiamato l’attenzione di 30.000 sostenitori, trasformandosi in uno dei cinque giochi da tavolo più supportati nella storia di Kickstarter.

Il gioco, osserva il New York Times, non include simboli nazisti o immagini di Hitler, il che probabilmente lo rende accettabile in Paesi come la Germania. I creatori di Secret Hitler sono consapevoli che negli USA alcuni acquirenti non troveranno umoristico il nome del gioco, sia perché quando si parla di nazisti c’è poco da ridere sia perché dopo l’elezione di Trump, temono la crescente visibilità dei suprematisti bianchi e di altri estremisti.

To Top