“Seppellite Shadrack Smith lontano da noi”: famiglia musulmana contro nonno rom

di Redazione Blitz
Pubblicato il 10 Febbraio 2015 18:42 | Ultimo aggiornamento: 10 Febbraio 2015 18:42
"Seppellite Shadrack Smith lontano da noi": famiglia musulmana contro nonno rom

“Seppellite Shadrack Smith lontano da noi”: famiglia musulmana contro nonno rom

LONDRA – Shadrack Smit, nonnetto rom di 89 anni, è morto lo scorso 13 gennaio. I suoi familiari lo hanno seppellito nel cimitero di Leicestershire, ma ora rischia di essere riesumato e spostato. Il motivo? Una famiglia musulmana, il cui caro estinto era già sepolto nello stesso cimitero, non lo vuole come vicino di tomba proprio perché un gipsy. La famiglia ha così richiesto che Shadrack sia spostato altrove e ora il consiglio comunale dovrà decidere il da farsi.

La famiglia musulmana, scrive Il Messaggero riportando la notizia dal The Telegraph , non può tollerare che un miscredente come Shadrack sia sepolto vicino al loro caro:

“Shadrack era un gipsy, molto amato nella sua comunità del Leicestershire, dove viveva da anni, e alla sua sepoltura, di fronte alla casa dove ha vissuto come da tradizione Rom, c’erano più di 400 persone venute a rendergli omaggio. Ma nonno Shadrack, che ha 8 figli, 25 nipoti e 40 bisnipoti, potrebbe ora essere dissotterrato e sepolto da un’altra parte, lontano dal posto in cui ha passato 20 anni della sua vita, dopo le proteste di una famiglia di musulmani, il cui nonno è sepolto vicino a lui”.

Ora la decisione, certo non facile, spetta al consiglio comunale e i parenti di Shadrack sono già pronti a dare battaglia:

“Ma il cimitero è aperto alle sepolture di tutte le fedi e la famiglia di Shadrack per quella sepoltura ha pagato 2.500 sterline. Il consiglio comunale deciderà la questione nei prossimi giorni, ma la famiglia di Shadrack ha giurato di combattere con le unghie e con i denti perché il nonno possa riposare in pace”.