Sorpresa: la verginità torna di moda, negli Usa in aumento del 6%

Pubblicato il 4 Marzo 2011 13:01 | Ultimo aggiornamento: 4 Marzo 2011 17:05

ROMA – La verginità sta tornando di moda, almeno tra i giovani statunitensi. Lo afferma uno studio pubblicato sul bollettino statistico del Cdc di Atlanta, secondo cui nel 2008 la percentuale di giovani tra i 14 e i 24 anni che non ha avuto rapporti sessuali è cresciuta del 6%, arrivando al 28, rispetto alla rilevazione del 2002. Lo studio, effettuato con più di 13.500 interviste, ha confermato un trend che dura dalla fine degli anni ’80: tra i ragazzi la percentuale va dal 22 al 27%, mentre per le ragazze è passata dal 22 al 29: ”In questa categoria sono proprio i più giovani a fare la parte del leone – spiega Anjani Chandra, uno degli autori del rapporto – con la fascia tra i 14 e i 19 anni che rappresenta quella dove si è registrato il maggior numero di vergini, forse per una migliore educazione sessuale o per i messaggi sull’astinenza lanciati in questi anni”.

I ricercatori hanno esaminato tutti gli aspetti della vita sessuale degli americani, scoprendo ad esempio che il 98% dei maschi e il 97% delle femmine fino a 44 anni ha avuto rapporti vaginali, mentre circa il 90% di entrambi i sessi ha avuto rapporti orali. A sorprendere gli autori è stato il dato sui rapporti omosessuali, in cui sono le donne a prevalere: il 12,5% delle intervistate ha avuto almeno un’esperienza di questo tipo, mentre tra i maschi la percentuale scende al 5%. ”All’inizio si pensava che questo fosse dovuto soprattutto alle ‘sperimentazioni’ fatte al college – spiega Chandra – ma l’indagine ha rivelato il contrario: tra le donne con più alto titolo di studio questa percentuale scende”.