Esplode fabbrica in Giappone: “Metà mondo rischia di rimanere senza pannolini”

Pubblicato il 1 ottobre 2012 10:18 | Ultimo aggiornamento: 1 ottobre 2012 10:19

L’esplosione della fabbrica Shokubai

ROMA – Attenzione mamme: metà del mondo rischia di restare senza pannolini. Sabato c’è stata un’esplosione nella fabbrica giapponese Shokubai, una delle maggiori produttrici mondiali del polimero con cui si fanno i pannolini per i bambini, quelli super-assorbenti. I responsabili sono stati chiari: se l’impianto dovesse rimanere chiuso a lungo è a rischio l’intera produzione mondiale di pannolini. Il che significa orde di mamme (e di bebè) riconvertiti ai vecchi pannolini, quelli di stoffa legati con le spille da balia. Sì, proprio quelli che vanno lavati dopo ogni uso. Quelli che qualche anno fa, in piena moda ambientalista, erano stati rilanciati dalle mamme eco-trendy-chic. Ovvero quelle che difficilmente li laverebbero di persona.

Tutte le altre mamme, quelle che mettono a tacere i sussulti ecologici in nome della praticità, rischiano di rimanere senza gli amati pannolini: solo in Italia il 3% dei 32 milioni di tonnellate di rifiuti prodotti annualmente sono, appunto, pannolini dei bambini.