Si torna ad investigare su Etan Patz, il bambino scomparso nel 1979 a New York

Pubblicato il 27 maggio 2010 15:42 | Ultimo aggiornamento: 27 maggio 2010 15:42

E’ stato riaperto negli Stati Uniti il caso di Etan Patz, il bambino di 6 anni scomparso 31 anni fa mentre prendeva l’autobus a Manhattan. Il suo volto, nel disperato tentativo delle ricerche, comparve anche sui cartoni del latte in tutti gli Usa. Da quel 25 maggio del 1979 ogni anno in occasione dell’anniversario della sua sparizione si celebra in tutto il mondo la giornata internazionale dei bambini scomparsi.

Per la scomparsa di Etan c’è sempre stato un unico sospettato Jose Ramos, un molestatore di minori in carcere da 20 anni in Pennsylvania, ma contro di lui solo supposizioni nessuna prova, per questo il caso fu dichiarato chiuso nel 2001. Ma il cold case torna in questi giorni sulle scrivanie degli inquirenti di Manhattan e le prove raccolte contro il primo e unico sospettato vengono nuovamente analizzate.

Ramos fu collegato alla scomparsa di Etan perché la sua ex fidanzata aveva lavorato per la famiglia Patz. Poi l’uomo fu arrestato per aver molestato un bambino di 8 anni. Nel 2001 il piccolo Etan fu dichiarato morto, ma  il caso pur archiviato dalla giustizia è stato sempre tenuto in vita dalla volontà dei familiari di fare giustizia. Ramos uscirà di prigione nel 2012.