Aerei Usa sui cieli della Siria: ricognizione annuncia bombe

di Redazione Blitz
Pubblicato il 26 Agosto 2014 12:45 | Ultimo aggiornamento: 26 Agosto 2014 13:09
Siria, aerei Usa in ricognizione. Bombardamenti sempre più imminenti

Siria, aerei Usa in ricognizione. Bombardamenti sempre più imminenti

ROMA – Aerei Usa in volo sui cieli della Siria, una ricognizione che annuncia le bombe. L’attacco aereo americano in Siria sembra imminente. Gli Usa hanno iniziato sorvoli di ricognizione sulle regioni controllate dai ribelli, autorizzati ieri da Barack Obama e dallo stesso leader siriano Bashar al-Assad, che potrebbero costituire il passo che precede raid aerei contro il versante siriano dell’Isis. Lo scrive il sito di Al Jazeera citando fonti dell’amministrazione Usa.

Dopo i festeggiamenti di ieri e l’entusiasmo dei fondamentalisti per la presa della base di Al Tabqa, ultima roccaforte dei lealisti di Assad nella provincia settentrionale di Raqqa, i jihadisti devono ora fronteggiare il salto di qualità del contrasto al terrorismo avvenuto con l’accordo Usa-Siria.

Potrebbe essere l’ultimo atto dell’espansione jihadista: l’amministrazione Obama, dopo l’intervento in Iraq per stanare le postazioni delle milizie di Al Bagdhadi, s’è risolta nella convinzione che per ottenere risultati deve bombardare anche in Siria. 

“Gli Stati Uniti hanno delle informazioni sui militanti dello Stato islamico in Siria e certamente continueranno a lavorare per ottenerne altre, man mano che elaboreranno le prossime mosse” ha dichiarato il Capo degli Stati maggiori riuniti Usa, il generale dell’esercito Martin Dempsey, affermando che Washington vuole maggiore chiarezza sulle attività dei militanti in Siria. Una volta ricevute, le ricognizioni si trasformeranno in atti di guerra.