Siria, ancora bombe su Aleppo: in due giorni 200mila profughi

Pubblicato il 30 luglio 2012 14:51 | Ultimo aggiornamento: 30 luglio 2012 14:51
Distruzione ad Aleppo

Distruzione ad Aleppo (Foto LaPresse)

ALEPPO (SIRIA) – Altri duecentomila civili sono fuggiti da Aleppo nelle ultime 48 ore, mentre le bombe continuano a cadere sui civili. Nella città è in corso la controffensiva del regime di Bashar al Assad.

L’esercito del regime avrebbe ripreso il controllo di parte del quartiere ribelle di Salaheddin. Ad Aleppo, però, Abdel Jabbar al-Oqaidi, capo del consiglio militare ribelle, ha smentito la notizia, affermando che le truppe governative “non sono avanzate di un solo metro. Abbiamo respinto un nuovo assalto contro Salaheddin nella notte e abbiamo distrutto 4 carri armati”.

Ma se duecentomila dei 2,5 milioni di abitanti sono riusciti a lasciare il nuovo fronte caldo, molti altri sono ancora intrappolati e rischiano la vita, secondo la denuncia della responsabile delle operazioni umanitarie delle Nazioni Unite, Valerie Amos.

“Hanno urgentemente bisogno di cibo, acqua potabile, materassi e forniture igieniche”, ha detto Amos, “estremamente preoccupata dall’impatto dei bombardamenti e dall’uso di carri armati e armi pesanti” contro la popolazione civile.

 

 

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other