Siria, ancora sangue: nove morti. Bombe a Homs e ad Aleppo

Pubblicato il 15 luglio 2012 13:35 | Ultimo aggiornamento: 15 luglio 2012 13:35
siria_lapresse

(Ap photo-LaPresse)

DAMASCO – Continua la scia di sangue in Siria, il regime bombarda ad Homs e ad Aleppo: è di almeno altri nove morti il bilancio delle violenze, malgrado i moniti lanciati al regime di Bashar al-Assad da gran parte della comunità internazionale dopo il massacro di tre giorni fa nel villaggio sunnita di Tremseh 1, dove oltre duecento persone sono state trucidate.

Il bilancio aggiornato è stato fornito dall’Osservatorio Siriano per i Diritti Umani, organizzazione dell’opposizione in esilio con sede in Gran Bretagna, secondo cui due delle nuove vittime erano semplici civili, uccisi sotto un bombardamento lealista a Homs, la città-martire capoluogo dell’omomima provincia centrale dove si trova Tremsa.

Il ministro siriano ha anche negato che negli scontri a Tremseh si sia fatto uso di artiglieria, carri armati ed elicotteri come sostenuto dall’inviato speciale delle Nazioni Unite per la Siria Kofi Annan.

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other