Siria, armi chimiche: “350 litri gas sarin lanciato da razzi”. Rapporto all’Onu

di Redazione Blitz
Pubblicato il 16 settembre 2013 14:48 | Ultimo aggiornamento: 16 settembre 2013 16:14
Siria, armi chimiche: "Gas sarin lanciato da razzi". Rapporto all'Onu

Siria, armi chimiche: “Gas sarin lanciato da razzi”. Rapporto all’Onu (nella foto Ansa Ale Sellstrom e Ban Ki Moon)

NEW YORK – In Siria sarebbe stato lanciato gas chimico attraverso razzi. E sarebbe stato lanciato dal regime. E’ quanto sostiene un rapporto degli ispettori Onu. In particolare il rapporto mostra “segni di colpevolezza” tra cui la traiettoria dei missili e parla dell’uso di 350 litri di gas sarin nell’attacco del 21 agosto a al Ghouta.

Sugli stralci del rapporto ricavati dalla foto ufficiale tra il segretario generale Ban Ki-moon e Ake Sellstrom, si legge: “I campioni raccolti forniscono prove chiare e convincenti che sono stati utilizzati razzi contenenti gas sarin”.

Gli stralci sono stati ottenuti ingrandendo la prima pagina del rapporto nel momento della materiale consegna dello stesso dal capo del team di esperti, Ake Sellstrom, al segretario generale dell’Onu Ban Ki-moon.

”Sulla base degli elementi acquisiti nell’ambito della nostra inchiesta sull’incidente di Al Ghouta – si legge nell’ingrandimento – la conclusione è che armi chimiche sono state utilizzate nel conflitto in corso nella Repubblica araba siriana”. Il rapporto afferma che le armi chimiche sono state usate su scala “relativamente larga” contro i civili, “tra cui bambini”. Il documento è finito sul tavolo del Consiglio di sicurezza.

Intanto sale la tensione nei cieli sopra Damasco: un elicottero militare siriano è esploso in volo ed è precipitato a poca distanza dal confine con la Turchia. Lo riferiscono i media turchi. Secondo Zaman online, l’elicottero sarebbe stato abbattuto dai ribelli per poi cadere a circa 400 metri dal confine. Secondo Hurriyet, i due piloti si sono lanciati in paracadute, ma sono stati uccisi a terra.