Siria, il governo di Assad: “Il gas l’hanno usato i ribelli, rapporto all’Onu”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 28 Agosto 2013 15:06 | Ultimo aggiornamento: 28 Agosto 2013 15:07

siriaDAMASCO – Le armi chimiche che il 21 agosto hanno ucciso civili? Le ha usate l’opposizione, i cosiddetti ribelli, non i soldati di Assad. E’ quello che sostiene il vice ministro degli Esteri siriano Faysal al Miqdad, precisando che il rapporto completo è stato già inviato alle Nazioni Unite.

Le autorità siriane, che non controllano militarmente i territori che si dice siano stati colpiti, hanno compiuto un’inchiesta parallela a quella degli ispettori Onu presenti nel Paese. Miqdad ha affermato: “Abbiamo sottomesso all’Onu tutte le prove e i documenti che mostrano che a usare armi chimiche è stata l’opposizione e non lo Stato”. Nel presunto attacco chimico il 21 agosto scorso sono morte, secondo attivisti e medici, più di mille persone. Il regime non ha mai reso noto alcun bilancio né ha mai fornito le generalità delle vittime.