Siria, Giovanni Francesco Asperti morto combattendo l’Isis al fianco del curdi

di redazione Blitz
Pubblicato il 7 gennaio 2019 20:32 | Ultimo aggiornamento: 7 gennaio 2019 20:59
 Siria, Giovanni Francesco Asperti morto combattendo l'Isis al fianco del curdi

Siria, Giovanni Francesco Asperti morto combattendo l’Isis al fianco del curdi (Foto da Facebook)

BERGAMO – Un cittadino italiano, Giovanni Francesco Asperti, è morto in Siria combattendo nelle forze curde contro lo Stato Islamico. La notizia, che era stata diffusa dalle milizie curde dello Ypg, è stata confermata dalla Farnesina. 

Asperti, volontario italiano cinquantenne di Bergamo, sarebbe morto un mese fa “durante uno sfortunato incidente” mentre era in servizio a Derik. I miliziani curdi, sul loro sito, hanno reso noto che l’uomo, conosciuto con il nome di battaglia di Hiwa Bosco, è rimasto vittima di uno “sfortunato incidente mentre era in servizio a Derik, il 7 dicembre”. 

Sul sito della milizia, Unità per la protezione dei popoli (Ypg), che combatte contro l’Isis in Siria, si spiega che ‘Hiwa Bosco’ era uno delle “centinaia di rivoluzionari che si erano uniti alla lotta contro l’Isis nella regione curda di Rojava e nel nord della Siria” e “durante tutta la sua vita nella lotta di liberazione ha dato l’esempio di una vera vita rivoluzionaria”. Il sito pubblica anche la foto di Asperti, che “è stato martirizzato a causa di uno sfortunato incidente mentre era in servizio”.

La notizia è stata confermata dalla Farnesina, che ha spiegato che il consolato a Erbil sta seguendo il caso con la massima attenzione ed è in contatto con i familiari.