Siria: 3000 miliziani Isis si sono arresi a Baghouz

di Caterina Galloni
Pubblicato il 14 Marzo 2019 7:02 | Ultimo aggiornamento: 14 Marzo 2019 1:06
Siria: 3000 miliziani Isis si sono arresi a Baghouz (foto Ansa)

Siria: 3000 miliziani Isis si sono arresi a Baghouz (foto Ansa)

ROMA – Circa 3.000 combattenti ISIS si sono arresi alle Forze democratiche siriane: l’offensiva all’ultima ridotta a Baghouz segna la fine territoriale del “califfato” che nel 2014 si estendeva in ampie aree della Siria e del vicino Iraq. Per settimane le forze democratiche siriane sostenute dagli Stati Uniti (SDF) hanno cercato di annientare i miliziani ISIS ma l’avanzata era lenta a causa della presenza di ordigni inesplosi, civili tra cui donne e bambini.

La SDF, domenica scorsa ha ripetuto l’assalto dopo aver avvertito i miliziani che il tempo era scaduto. Per tre notti di seguito su Baghuz ci sono stati attacchi aerei e bombardamenti in cui hanno perso la vita decine di miliziani e provocato la resa di centinaia di jihadisti e dei loro familiari.

Il portavoce delle forze democratiche siriane Mustefa Bali, in un tweet ha scritto:”Il numero dei miliziani ISIS che si sono arresi è salito a 3.000. Tre donne e quattro bambini della minoranza yazida sono stati salvati”. L’SDF, e la coalizione guidata dagli Stati Uniti, martedì hanno ripreso i bombardamenti e gli attacchi aerei sull’ultimo bastione ISIS, interrompendo momentaneamente i combattimenti per consentire alle persone di arrendersi. Secondo l’Osservatorio siriano per i diritti umani con sede in Gran Bretagna, da dicembre circa 60.000 persone hanno lasciato l’ultima fortezza ISIS, di cui molti sospetti jihadisti.

Fonte: Daily Mail.