Siria, rilasciato parroco francescano Hanna Jallouf rapito a Knayeh

di Redazione Blitz
Pubblicato il 9 ottobre 2014 13:02 | Ultimo aggiornamento: 9 ottobre 2014 13:02
Siria, rilasciato parroco francescano Hanna Jallouf rapito a Knayeh

Il convento di Knayeh

DAMASCO – E’ stato rilasciato padre Hanna Jallouf, il parroco francescano sequestrato nei giorni scorsi insieme ad una ventina di fedeli a Knayeh, in Siria. Il sacerdote era stato catturato dai miliziani islamisti di Jabat al Nusra. 

La zona del convento, nella valle dell’Oronte, è da sempre abitata da comunità cristiane con una lunga storia in Siria. Qui vivrebbero i diretti discendenti dei primi cristiani convertiti dall’apostolo san Paolo.

Jabat al Nusra è una sorta di braccio di al Qaeda in Siria. Nelle ultime settimane in più occasioni i suoi leader hanno espresso l’intenzione di fare fronte unico con lo Stato Islamico in una alleanza contro i crociati, come definiscono i cristiani.

Lo Stato Islamico ormai controlla in Siria anche più di un terzo di Kobane, la cittadina curdo-siriana al confine con la Turchia, assediata da settimane dai miliziani kihadisti.

 

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other