Siria, rilasciato parroco francescano Hanna Jallouf rapito a Knayeh

di Redazione Blitz
Pubblicato il 9 ottobre 2014 13:02 | Ultimo aggiornamento: 9 ottobre 2014 13:02
Siria, rilasciato parroco francescano Hanna Jallouf rapito a Knayeh

Il convento di Knayeh

DAMASCO – E’ stato rilasciato padre Hanna Jallouf, il parroco francescano sequestrato nei giorni scorsi insieme ad una ventina di fedeli a Knayeh, in Siria. Il sacerdote era stato catturato dai miliziani islamisti di Jabat al Nusra. 

La zona del convento, nella valle dell’Oronte, è da sempre abitata da comunità cristiane con una lunga storia in Siria. Qui vivrebbero i diretti discendenti dei primi cristiani convertiti dall’apostolo san Paolo.

Jabat al Nusra è una sorta di braccio di al Qaeda in Siria. Nelle ultime settimane in più occasioni i suoi leader hanno espresso l’intenzione di fare fronte unico con lo Stato Islamico in una alleanza contro i crociati, come definiscono i cristiani.

Lo Stato Islamico ormai controlla in Siria anche più di un terzo di Kobane, la cittadina curdo-siriana al confine con la Turchia, assediata da settimane dai miliziani kihadisti.