Smart working ci fa lavorare un’ora in più al giorno: più email e più riunioni rispetto all’ufficio

di Caterina Galloni
Pubblicato il 5 Settembre 2020 9:02 | Ultimo aggiornamento: 1 Settembre 2020 17:56
Smart working ci fa lavorare un'ora in più al giorno: più email e più riunioni rispetto all'ufficio

Smart working ci fa lavorare un’ora in più al giorno: più email e più riunioni rispetto all’ufficio

In smart working i dipendenti lavorano quasi un’ora in più al giorno. Inviano più mail, partecipano a più riunioni rispetto a quando lavorano in ufficio.  

Secondo un report del National Bureau of Economic Research, le persone quotidianamente trascorrono 49 minuti in più alla scrivania, il che significa 4 ore a settimana.

Nel Regno Unito, prima della pandemia solo il 6% delle persone lavorava da casa, durante il picco di aprile è arrivato al 43% dei lavoratori, come riferito dal Times.

Il 90% del personale sostiene che in un modo o in un altro vorrebbe continuare a lavorare da casa, anche se ciò dovesse comportare di impegnarsi per più ore.

Il 70% afferma di essere più produttivo quando lavora da remoto.

I ricercatori della Harvard e della New York University hanno scoperto che lavorando da casa il personale partecipa a più riunioni e invia più e-mail.

Hanno analizzato i dati di 21.000 aziende in 16 città negli Stati Uniti, in Europa e nel Medio Oriente. Hanno mostrato che il tempo tra la prima e l’ultima e-mail inviata durante il giorno da un dipendente era aumentato di 48,5 minuti.

Inoltre, il numero di riunioni era incrementato più del 10%.

Gli accademici hanno notato che gli incontri tendevano tuttavia ad essere più brevi e poiché i dipendenti tra loro non potevano comunicare immediatamente di persona, mandare più e-mail era una naturale conseguenza.

Il rapporto, ottenuto dal Times, afferma: “Sebbene si tratti di un’ipotesi è possibile che ai dipendenti risulti più complicato partecipare a lunghe riunioni online rispetto agli incontri di persona”.

La capacità di concentrazione di un dipendente può essere ulteriormente messa a dura prova da problemi quotidiani creati dalla pandemia, come ad esempio prendersi cura dei bambini che non vanno a scuola.  

I ricercatori hanno affermato che è troppo presto per concludere se lavorare da casa sia un’alternativa migliore a recarsi in ufficio. (Fonte: Daily Mail).