Cronaca Mondo

Sochi. Sciatrice ucraina si ritira da giochi per morti di Kiev uccisi da polizia

Bogdana Matsotska

Bogdana Matsotska

RUSSIA, SOCHI – Resta con la squadra ma si ritira ufficialmente dalla gara odierna di slalom dei Giochi di Sochi Bogdana Matsotska, la sciatrice ucraina che ieri aveva annunciato via Facebook l’intenzione di lasciare le Olimpiadi in segno di protesta contro il presidente del suo Paese, Viktor Ianukovich, e di solidariertà per le vittime degli scontri di piazza a Kiev. A poche ore dall’inizio della competizione, il suo nome non compare nella start list.

“Ho deciso di non partecipare alla mia disciplina preferita per i terribili eventi accadutio nella capitale della mia Ucraina”, ha detto l’atleta, che ha già gareggiato nel SuperG (27/o posto) e nel Gigante (43/o). “Non sono politicamente impegnata, sono totalmente fuori dalla politica e dai partiti, ma sono contro queste terribili azioni che Ianukovich e il suo governo stanno attuando contro il nostro popolo ucraino”, ha aggiunto.

Finora è l’unica atleta ucraina ad essere uscita allo scoperto. Ieri sembrava che anche altri suoi colleghi volessero abbandonare i Giochi, ma alla fine il comitato olimpico guidato da Bubka ha reso noto che gli atleti ancora in gara resteranno, mentre gli altri rientreranno secondo il calendario prestabilito

To Top