Somalia, attentato a un hotel di Mogadiscio: decine di morti

di redazione Blitz
Pubblicato il 1 Novembre 2015 9:24 | Ultimo aggiornamento: 1 Novembre 2015 15:47
Somalia, attentato a un hotel di Mogadiscio: almeno 12 morti

Somalia, attentato a un hotel di Mogadiscio: almeno 12 morti

MOGADISCIO – Un’esplosione e poi una grande sparatoria. E’ cominciato così l’attentato all’hotel Sahafi di Mogadiscio, in Somalia, spesso frequentato da dirigenti del governo e da manager. A causare l’esplosione è stata un’autobomba, guidata da un kamikaze, che aveva per obiettivo proprio l’albergo. Almeno 13 persone sono morte.

Un sito legato al gruppo estremista islamico al-Shabaab, in lotta contro il governo somalo sorretto dall’Onu, ha poi rivendicato la responsabilità dell’attentato e ha detto che alcuni combattenti del gruppo legato ad Al Qaeda sono entrati nell’hotel dopo l’esplosione.

Tra le vittime, secondo quanto riferito per telefono dal capitano della polizia somala Mohamed Hussein durante l’attacco, ci sarebbero il proprietario dell’hotel, un ex generale dell’esercito e altri ufficiali,  Lo stesso Hussein ha confermato che all’interno dell’hotel ci sono degli ostaggi.

Nel 2009 nello stesso hotel Sahafi vennero rapiti due 007 francesi, uno dei quali riuscì a scappare. Il secondo fu ucciso dagli estremisti durante un fallito tentativo di salvataggio.