Somalia/ I pirati smentiscono Frattini: “Pagato un riscatto di quattro milioni di dollari”. L’East African Seafarers Assistance Programme parla di cinque milioni

Pubblicato il 10 agosto 2009 10:56 | Ultimo aggiornamento: 10 agosto 2009 11:01

MI160509EST_0054RO160709POL_0035Per la liberazione del Buccaneer, il rimorchiatore rilasciato ieri dai pirati somali, sarebbe stato pagato un riscatto di quattro milioni di dollari. Lo hanno affermato gli stessi pirati, che hanno così smentito le dichiarazioni rilasciate dal ministro degli Esteri italiano, Franco Frattini, subito dopo la liberazione del rimorchiatore Buccaneer. Per il titolare della Farnesina non c’era stato «alcun riscatto».

«Abbiamo preso un riscatto di quattro milioni e abbiamo liberato il rimorchiatore italiano che è già partito» ha detto una fonte della banda di sequestratori.

Andrew Mwangura, coordinatore del gruppo  regionale di assistenza ai marittimi “East African Seafarers Assistance Programme” ha invece parlato di un riscatto di cinque milioni.

Nel confermare la notizia, girtando il coltello nella piaga italiana, Mwangura ha affermato che «ieri sera stavano contando i soldi».