Somalia, liberata dai pirati la Savina Caylyn

Pubblicato il 21 Dicembre 2011 14:50 | Ultimo aggiornamento: 21 Dicembre 2011 16:37

La Savina Caylyn

MOGADISCIO – La nave Savina Caylyn è stata liberata. Lo scrive Repubblica online. Lapetroliera era stata sequestrata dai pirati somali lo scorso febbraio vicino all’isola yemenita di Socotra. A bordo c’erano cinque uomini italiani parte dell’equipaggio italiano dell’armatore D’Amato, originario di Procida.

Più volte i marittimi avevano lanciato appelli per la loro liberazione raccontando le difficoltà e le privazioni subite.

Ora Procida festeggia, dopo un’attesa cominciata lunedì scorso.

I pirati hanno ricevuto “l’ultima tranche di 3 milioni di dollari su un totale di 11,5” per il riscatto della Savina Caylyn. Lo ha affermato un pirata all’ agenzia Reuters.

I pirati hanno “liberato 17 marinai indiani dopo aver ricevuto una prima somma di 8,5 milioni di dollari”, spiega una fonte dei pirati al sito Somali Report.

“E’ stata una tattica del proprietario indiano per assicurare che i connazionali venissero liberati”. Dopo aver ricevuto il denaro, “lanciato da un elicottero”, gli indiani sono stati rilasciati su piccole barche. Successivamente “sono stati lanciati altri 3 milioni e abbiamo lasciato la nave e liberato i cinque italiani”, prosegue la fonte.