Somalia: ucciso cooperante belga di Medici senza Frontiere

Pubblicato il 29 Dicembre 2011 16:38 | Ultimo aggiornamento: 29 Dicembre 2011 16:42

NAIROBI – Un cooperante dei Medici Senza Frontiere di origine belga e' stato ucciso nella capitale somala Mogadiscio, mentre altri due sono rimasti gravemente feriti da un uomo armato. Secondo media locali, l'incidente e' avvenuto in prossimita' dell'hotel Shamo, all'interno di un edificio appartenente a Msf del Belgio. In un primo momento, si era parlato di due operatori umanitari uccisi.

Non e' ancora chiaro il movente dell'incidente, ma alcuni testimoni hanno riferito che l'assassino sarebbe un operatore della stessa agenzia licenziato qualche giorno fa che, armato di pistola, ha attaccato quattro suoi colleghi stranieri, provocando la morte di uno di loro.