Usa, spiedino gli trapassa la testa da parte a parte: bambino di 10 anni sopravvive

di Redazione Blitz
Pubblicato il 14 settembre 2018 10:24 | Ultimo aggiornamento: 14 settembre 2018 10:24
Spiedino gli trapassa testa da parte a parte: bimbo sopravvive

Usa, spiedino gli trapassa la testa da parte a parte: bambino di 10 anni sopravvive

KANSAS CITY – Stava giocando nella sua casa sull’albero quando è stato attaccato da alcune vespe ed è caduto di faccia su uno spiedino da barbecue. Lo spiedo ha trapassato la testa del bimbo di appena 10 anni dal viso fino alla nuca, ma non ha intaccato nessun vaso sanguigno principale. Il piccolo è stato ricoverato e operato, ma sta bene e per i medici si tratta di un vero miracolo. Raramente infatti uno spiedo di quelle dimensioni trafiggendo il cranio di un bimbo passa senza lasciare danni permanenti.

L’episodio riguarda Xavier Canningham, ragazzino di 10 anni di Harrisonville, in Missouri. I genitori hanno raccontato la sua storia al Kansas City Star in cui spiegano che Xavier si è ferito mentre stava giocando: lo spiedo è entrato vicino al naso e ha penetrato l’intero cranio sbucando dalla nuca, ma non ha riportato né danni al cervello, né al midollo spinale. La madre Gabrielle Miller ha raccontato al quotidiano locale: “Ho sentito gridare e sono corsa giù per le scale. Lui è entrato in casa e aveva questa cosa che gli usciva fuori dal viso”.

La donna ha subito portato il figlio al pronto soccorso, dove è stato operato e lo spiedo è stato rimosso in sicurezza. Koji Ebersole, direttore del reparto di neurochirurgia endovascolare del Kansas City Hospital, ha spiegato: “E’ stato un miracolo. Accade una volta su un milione che uno spiedo lungo 15 centimetri passi attraverso la faccia fino al collo senza colpire nulla. Quell’affare gli ha risparmiato l’occhio, il cervello e la spina dorsale. Il bambino è stato molto coraggioso e la sua tranquillità ci ha facilitato il lavoro. Non è una cosa da poco, specialmente se consideriamo che ha dovuto attendere diverse ore per essere operato”.