Sri Lanka: morto il leader delle Tigri Tamil, lo rivela una fonte governativa

Pubblicato il 18 maggio 2009 9:15 | Ultimo aggiornamento: 18 maggio 2009 15:27

Il leader delle Tigri Tamil dello Sri Lanka è morto. Lo ha riferito una fonte del ministero della Difesa, secondo il quale il leader storico dei separatisti, Velupillai Prabhakaran, è rimasto ucciso mentre tentava di fuggire all’assedio dell’esercito.

Secondo la fonte che ha voluto rimanere anonima, il capo dei separatisti si era nascosto all’interno di un’ambulanza insieme a due stretti collaboratori, ma è finito in un agguato ed è rimasto ucciso. «È stato ucciso con gli altri due all’interno del veicolo», ha detto la fonte secondo cui ci sarà a breve un annuncio ufficiale da parte del governo di Colombo.

Poche ore prima il governo di Colombo aveva annunciato di aver intrappolato il Capo storico dei Tamil all’interno di un piccolo fazzoletto di terra e di aver sferrato una massiccia operazione per catturarlo. Secondo il governo di Colombo, nei combattimenti nelle ultime ore sono morti anche il figlio primogenito del capo supremo della guerriglia Tamil e anche altri dirigenti dell’organizzazione tra cui  l’incaricato degli affari politici, B. Nadesan, l’uomo che a nome dei guerriglieri concedeva le interviste ai media. Velupillai Prabhakaran aveva da vari decenni una pillola di cianuro per evitare di essere catturato vivo.